Vai al men¨ principale Vai al men¨ secondario Vai ai contenuti Vai a fondo pagina
Istituto Comprensivo Statale 7 "L.Orsini" di Imola (BO)
ISTITUTO COMPRENSIVO 7
"L.ORSINI" - IMOLA
Via Vivaldi, 76 - Tel 0542 685100
E-mail: boic85600p@istruzione.it
Istituto Comprensivo Statale 7 "L.Orsini" di Imola (BO)
Istituto Comprensivo Statale 7 "L.Orsini" di Imola (BO)
ISTITUTO COMPRENSIVO 7
"L.ORSINI" - IMOLA
INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI 

L’attuazione del diritto allo studio e la promozione della piena formazione della personalità di ciascun alunno richiedono il lavoro congiunto di tutti gli operatori della scuola.
Ciò diventa a maggior ragione necessario in presenza di alunni disabili, la cui integrazione deve essere considerata un impegno collegiale tra la scuola, la famiglia, l’ASL e gli enti locali.
La legge n. 104/92 prevede la predisposizione di oggettivi strumenti normativi e operativi, quali la
diagnosi funzionale (DF), il profilo dinamico-funzionale (PDF), il piano educativo individualizzato (PEI) e la scheda di sintesi, tali documenti ci permettono di effettuare l’analisi, la conoscenza delle potenzialità e la definizione dei “bisogni educativi” per l’inclusione dell’ alunno diversamente abile.
 
All’interno del nostro Istituto operano:
Il Gruppo di lavoro di Istituto (GLIS) composto da:
  • Il Dirigente scolastico, che lo presiede (prof.ssa Manuela Mingazzini)
  • Uno o più insegnanti dell’Area Inclusione (funzioni strumentali prof. ssa Alessandra Dal Monte Casoni, ins. Katia Raspanti)
  • uno o più insegnanti di sostegno (referente scuola secondaria prof.ssa  Grazia Serroni–referente scuola primaria Annamaria Foglia)
  • uno o più referenti alunni DSA (prof. Ssa Tiziana Russo, ins.De Gennaro)
  • un rappresentante dei docenti (prof. Ssa Deanna Rossi, referente alunni stranieri sec., Donati Silvia referente stranieri primaria)
  • referente Servizi Sociali (prof. ssa Micaela Piazza)
  • un rappresentante dell’Azienda USL (dott. Galeotti Riccardo)
  • un rappresentante dell’Ente Locale (dott.ssa Licia Martini )
  • un rappresentante della Cooperativa Solco ( sig. ra Mara Ancarani oppure sig. ra Erika Caregnato)
  • un rappresentante dei genitori degli alunni disabili
  • un rappresentante dei genitori eletto nel Consiglio d’Istituto
  •  rappresentante dell’Ente di Formazione professionale CPIA
  • un rappresentante dei Servizi Sociali
  • Associazioni che operano sul territorio in collaborazione con la scuola: un rappresentante di Officina Immaginata
si occupa dell’individuazione dei bisogni e delle risorse, delle verifiche degli interventi programmati, del consuntivo e della previsione per il successivo anno scolastico.
Il Gruppo Operativo, aggiornato annualmente per ogni alunno disabile, composto da:
§   Dirigente scolastico o suo delegato
§   Insegnanti che seguono l’alunno (curricolari e di sostegno)
§   Specialisti dell’Azienda USL referenti per il bambino/alunno
§   Operatori sociali e/o tecnici dell’Ente Locale
§   Genitori dell’alunno diversamente abile
Tutti i soggetti coinvolti nel gruppo operativo concordano e verificano il Piano Educativo.
 
Individualizzato e il Profilo Dinamico Funzionale, quindi approfondisce le problematiche dell’alunno, verifica il processo d’integrazione, l’andamento didattico disciplinare,  individua le strategie più adeguate e cura l’orientamento.
In caso di necessità la scuola contatta i componenti del Gruppo Operativo anche al di fuori del calendario concordato.
Nella realizzazione del processo inclusivo di ogni alunno disabile, si cercherà di individuare gli elementi essenziali di un curriculum formativo che possa garantire al ragazzo:
§   il pieno conseguimento dello sviluppo psico-affettivo in rapporto alle potenzialità di ciascuno
§   il massimo delle autonomie  individuali e sociali conseguibili e la conoscenza della realtà in cui vive;
§   le competenze disciplinari raggiungibili;.
 
La realizzazione del piano educativo individualizzato è curata da tutte le figure professionali che concorrono all’integrazione:
§   l’insegnante di sostegno contribuisce alla stesura del P.E.I., partecipa alla programmazione didattico-educativa  della classe ed è corresponsabile della conduzione delle attività ;
§   i docenti di classe collaborano e concorrono all’attuazione del percorso formativo dell’alunno, creando le migliori condizioni per un ambiente educativo adeguato ai bisogni dell’alunno disabile e per favorire relazioni significative con i compagni di classe;
§   gli educatori e l’eventuale personale volontario collaborano con i docenti in base alle proprie specifiche competenze;
§   i collaboratori scolastici forniscono assistenza e aiuto, quando necessario, nell’ambito  delle mansioni loro assegnate.
§   In relazione al contesto, al tipo di attività, agli obiettivi educativi e di apprendimento programmati periodicamente, gli interventi di sostegno potranno essere svolti:
§   all’interno della classe
§   in altri spazi o laboratori, per gruppi di alunni
§   in spazi diversi dalla classe, individualmente.
 
Per meglio attuare l’individualizzazione dei percorsi didattico-educativi, da diversi anni il nostro Istituto comprensivo propone numerose attività laboratoriali poiché le ritiene una modalità di lavoro privilegiata per favorire l’inclusione e l’apprendimento. In considerazione di ciò aderisce ai laboratori “ I. D” integrazione disabili, proposti dall’Azienda ASL e dall’Ente locale, e progetta percorsi laboratoriali di Istituto mirati, rispondenti ai bisogni di ciascun alunno diversamente abile.
Per l’anno scolastico 2015/2016 sono attivi:
§   Laboratori “ I. D. integrazione disabili”:
·         laboratorio “ludico-comunicativo”
·         laboratorio “ludico-musicale”
·         laboratorio  “cucina”
·         laboratorio  “abilità sociali”
·         laboratorio “andiamo a cavallo…insieme “
·         laboratorio teatrale 
§   Progetti d’Istituto per singoli alunni relativi alle richieste di personale educativo e assistenziale.
Operano quindi:
·         docenti curricolari
·         docenti di sostegno
·         educatori con competenze specifiche per i laboratori interni
·         educatori con competenze specifiche per i laboratori esterni (cucina, abilità sociali, andiamo  a cavallo…insieme, laboratorio teatrale, laboratorio musicale)
·         un assistente
nell’ambito della continuità verticale tra i diversi ordini di scuola, in linea con quanto previsto dagli “Accordi di Programma territoriali”,  vengono promosse azioni che prevedono:
§   la presenza di un referente dell’ordine di scuola successivo, durante l’ultimo Gruppo Operativo;
§   progetti specifici che possono prevedere la visita e/o la partecipazione ad attività specifiche, degli alunni in uscita, presso la futura scuola;
§   colloqui tra i docenti dei diversi ordini di scuola, per accertare le competenze in uscita  e rispondere ai bisogni formativi degli alunni.
§   incontri con la famiglia.
 

 

 


Permalink: INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILITag: INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI
Visualizzazioni: 3363Sottocategoria pubblica

 Feed RSS
HTML5+CSS3
Copyright © 2007/2021 by www.massimolenzi.com - Credits
Utenti connessi: 1879
N. visitatori: 7200741